Leggere i bisogni delle famiglie del territorio per impostare un percorso socio-assistenziale personalizzato a domicilio. Prendersi in carico globalmente i bisogni delle famiglie. E’ la missione della Fondazione Bruno Pari Onlus di Ostiano, che oltre alla RSA (casa di riposo) completamente messa a nuovo ha sviluppato la capacità di rispondere ai bisogni delle famiglie ed è in grado di accompagnare gli anziani e i loro caregiver attraverso un percorso di continuità assistenziale completo e personalizzato, modulato anche nel tempo, e l’erogazione di tutta una serie di servizi domiciliari e territoriali.
Le cure a domicilio (ADI, RSA Aperta, SAD comunale e privato, Dimissioni protette) vengono erogate in gran parte del territorio provinciale, da Cremona città a Piadena, dopo una attenta valutazione del bisogno affidata alla assistente sociale ed ai medici. Sono più di venti operatori che operano nel territorio ogni giorno: infermieri, fisioterapisti, ASA e OSS, medici specialisti, educatori e psicologi, terapista occupazionali, logopedista.
Sono stati aperti sportelli socio sanitari con la presenza dell’infermiere in diversi paesi: Gabbioneta Binanuova, Isola Dovarese, Grontardo e Scandolara R/O in accordo con i Comuni ed i medici di base (MED per esempio).
Il servizio prelievi è sempre attivo al giovedì mattina come la fisioterapia aperta alla cittadinanza dal lunedì al venerdì.

“Curare avendo cura… Esperienza, professionalità e umanità”

 

  1. La Fondazione non persegue scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale.
  2. Per la realizzazione degli scopi indicati al punto precedente, la Fondazione esercita la propria attività istituzionale nei settori dell’assistenza sociale e socio sanitaria, della beneficenza e dell’assistenza sanitaria nei confronti di soggetti svantaggiati.
  3. La Fondazione persegue primariamente finalità di rilevanza sociale, socio-assistenziale e socio-sanitaria, ed ha lo scopo di offrire assistenza nei confronti di persone anziane in stato di non autosufficienza totale o parziale e di disabili. Inoltre la fondazione svolge la propria attività sociale, socio-assistenziale, socio-sanitaria e sanitaria in regime di residenzialità, semi residenzialità, domiciliare e ambulatoriale.
  4. Nel rispetto delle finalità del presente Statuto, il Consiglio di Amministrazione può deliberare di ammettere ad usufruire dei servizi dell’ente a titolo gratuito o in forma agevolata soggetti che versino in gravi situazioni di disagio economico.
  5. La Fondazione potrà svolgere, altresì, ogni attività connessa ai settori individuati, nel rispetto dell'art. 10 co. 5 del D.Lgs. n. 460/1997.
  6. A titolo esemplificativo e non esaustivo, la Fondazione potrà promuovere:
    • l’allestimento e la gestione di Residenze Sanitarie Assistenziali, strutture protette, Case di Riposo e, in genere, di ogni altra struttura o servizio utile per rispondere, in via prioritaria, ai bisogni delle persone anziane in stato di fragilità ed a quelli di soggetti svantaggiati in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari;
    • l’attività educativa, la promozione culturale, la formazione e l’aggiornamento di soggetti che, a titolo professionale o volontario, operano nella fondazione stessa;
    • la partecipazione ad attività di ricerca e studio sui temi di particolare interesse nei settori connessi ai settori istituzionali di attività in cui esplica la propria attività, anche attraverso l’attuazione di iniziative sperimental;
  7. Unicamente per la realizzazione dei propri scopi e nell’esercizio delle proprie attività istituzionali, la Fondazione può inoltre:
    • stipulare accordi di collaborazione e/o convenzioni di qualsiasi genere e tipo con Enti pubblici o privati, anche valorizzando l’opera del volontariato;
    • compiere tutte le operazioni immobiliari, mobiliari e finanziarie, ivi compresa la concessione di garanzie reali e personali in favore proprio o di terzi.
  8. La Fondazione non può svolgere attività diverse da quelle istituzionali previste nel presente articolo, ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse.
  9. I valori ed i principi a cui si ispirano l’organizzazione, le attività, i programmi della Fondazione, nonché i rapporti con il Comune di Ostiano, con gli utenti ed i famigliari, con i Comitati consultivi, con le Associazione di volontariato locali, sono i seguenti:
    • uguaglianza ed imparzialità nella erogazione delle prestazioni e dei servizi;
    • continuità nell’erogazione delle prestazioni e nell’organizzazione dei servizi offerti;
    • efficacia, efficienza, economicità della gestione;
    • partecipazione dell’utente e delle Associazioni di volontariato locali.